Posts filed under ‘Personaggi’

Tteam, tutti a bordo per navigare sull’onda 2.0


Un gruppo di amici appassionati di vela si ritrova ogni anno, in primavera, nell’arcipelago delle Kornati, davanti alle coste della Croazia. Un appuntamento che si ripete da 13 anni per dar vita ad una competizione amatoriale in un luogo dalle condizioni perfette. Gli intrepidi naviganti del Tteam hanno deciso, quest’anno, di solcare nuove acque, quelle del web. Il gruppo amatoriale, che privilegia l’amicizia e la creazione di momenti di condivisione e conoscenza reciproca non riesce più a trattenere il desiderio di condivisione della propria esperienza con chi non può essere a bordo. Quale migliore occasione allora per utilizzare il web e rimanere in contatto con chi è rimasto a terra?

(altro…)

Annunci

1 marzo 2011 at 10:17 Lascia un commento

Edutainment, storytelling, crowdsourcing e carta 2.0


Al Forum Digitale anche un pezzo di carta diventa social

Il biglietto di carta 2.0

Oggi mi sento storyteller: vi racconto una storia. Autentica e fresca, vissuta ieri al Forum della Comunicazione Digitale. Ero seduto a fianco di una dolce fanciulla. Ci siamo conosciuti ma eravamo a terra… Cosa avete capito, non in senso morale, in senso fisico! Sì, perché che nella saletta in cui si trattava il tema dell’edutainment e dello storytelling con Jader Giraldi, AD di Zeranta, non c’era più posto neanche in piedi.

Eravamo tutti incastrati come pezzi di un puzzle (cito letteralmente il mio vicino di sit-in di cui non conosco il nome), mentre nella sala principale, dove troneggiavano sul palco gli altisonanti nomi di manager istituzionali, lo spazio libero abbondava.

Ma torniamo alla fanciulla… (altro…)

17 febbraio 2011 at 11:20 Lascia un commento

Papa, Chiesa, Internet e confessioni con iPhone


Le nuove frontiere della religione, anche in versione mobile

Il Papa ha ricominciato a pronunciarsi sul web.  Qualche settimana fa aveva elogiato positivamente i social network con la precisazione “purché se ne faccia uso responsabile”. Ieri, alla Congregazione per l’Educazione Cattolica, Benedetto XVI ha affermato che Internet riveste un ruolo importante anche per la Chiesa e la sua missione. La Rete presenta grandi possibilità ed è utile “anche per l’azione pastorale dei futuri presbiteri nei vari campi ecclesiali”.

Non abbiate paura del web! Questo sembra essere in sostanza il messaggio che il Pontefice lancia ai sacerdoti, invitandoli a conoscerlo e ad utilizzarlo al meglio.

Ma c’è chi negli USA, notoriamente all’avanguardia anche in campo religioso, si spinge ancora oltre…

Con l’applicazione “Confession” la confessione si fa con l’iPhone! Ma anche con iPod e iPad. E’ una “Roman Catholic App” che serve a prepararsi ad una buona confessione.

Non è uno scherzo. E’ stata persino approvata al vescovo statunitense K.C. Rhodes. L’applicazione ovviamente non sostituisce il sacerdote, né tantomeno pronuncia dei virtuali “ego te absolvo”. Serve a preparare i contenuti della propria confessione e può essere utilizzata dietro la grata del confessionale. Una guida per riflettere sul proprio comportamento, personalizzata in base all’età e alla vocazione, con tanto di indicazioni pratiche sulla procedura. Per avesse dimenticato come si fa.

10 febbraio 2011 at 16:26 2 commenti

Social Media Week: tutti sul Frecciarossa social


Sembrava non dovessimo farcela invece ci siamo riusciti! Siamo stati accettati, pur se in due tempi diversi per partecipare al viaggio sul primo treno “social” dedicato ad Internet. Ci eravamo iscritti in due ma uno dei due era rimasto fuori… qualche scambio di email e la strepitosa Paola di Augmendy, che si occupa dell’organizzazione, è riuscita a trovare un posto per entrambi. Quindi si parte!!! 🙂

Il treno della Social Media Week partirà mercoledì 2 febbraio da Milano e lancerà la seconda edizione italiana del Festival della Rete. Un evento unico nel suo genere, letteralmente a 300 chilometri orari, che permetterà di fare networking in modo innovativo e al tempo stesso di conoscere in anteprima tutti i temi e le novità della “Settimana dei Social Media”.

A bordo del treno web è prevista la presenza di esperti, cultori di Internet e giornalisti che si confronteranno sulle nuove opportunità offerte dal Web e dai social media durante un originale speed dating culturale.

Lo spot su Youtube

31 gennaio 2011 at 23:31 Lascia un commento

Cosa succederebbe se i politici usassero Facebook?


Ironica e pungente la vignetta pubblicata su l’Espresso. Silvio Berlusconi aggiorna il suo stato Facebook: “Cribbio, mi sono scordato di dire che cureremo il cancro in 5 anni!!!” e i diversi politici rispondono. Un po’ di satira social-politica ogni tanto non guasta.

(altro…)

30 settembre 2010 at 15:30 Lascia un commento

Dot. Con un Nokia N8 e un microscopio, il cartone animato più piccolo del mondo


E’ il CellScope l’invenzione del Professor Fletcher. Unendo un comune smartphone ad un microscopio è riuscito a realizzare un minuscolo cartone animato che ha come protagonista “Dot” (“Punto”), una ragazzina alta 9 millimetri che si trova ad affrontare le insidie di un mondo microscopico: tessuti che tentano di fagocitarla, monete rotanti, api giganti. La tecnica utilizzata è lo stop-motion e la tecnologia un Nokia N8 con fotocamera digitale integrata a 12 megapixel collegate ad un microscopio. Sensazionale!

24 settembre 2010 at 12:46 Lascia un commento

Web 2.0, un’occasione per l’azienda di raccontarsi in prima persona


Word Or Mouth (WOM) Marketing

“Se fossi un CEO istituirei l’ora obbligatoria di comunicazione sociale in azienda, in cui le persone possono andare sui social media (invece di chiuderglieli come se fossero capre in un recinto) e scrivere qualcosa, qualunque cosa credano sinceramente e intimamente sui prodotti dell’azienda. Anche se non è del tutto positivo, o ne evidenzia lati migliorabili.” Così si esprime Luca Vanzella sul suo blog Daimon.it a proposito delle aziende e del loro rapporto con il mercato attraverso i Social Media. Luca evidenzia la necessità per le aziende di raccontarsi e raccontare la loro esperienza, vissuta in prima persona, di utilizzatori dei loro stessi prodotti.

Quali vantaggi stanno ricavando dal loro utilizzo? Come si trovano? Qual è la loro esperienza di consumatori? Le aziende sono persone, e le persone usano i prodotti. Il panettiere, si spera, mangerà il pane che produce! Potrebbe quindi raccontarlo al mercato. Allo stesso modo anche i dipendenti di un’azienda potrebbero esprimersi condividendo con gli utenti della rete le loro impressioni da consumatori.

“Mi basterebbe” Conclude il nostro Luca nel suo post, “che scrivessero qualcosa di sincero, che imparassero a raccontarsi. Perché siamo tutti parte del mercato. perché la diffusione e la comunicazione sui social media la puoi delegare, e sei a posto con la coscienza e col tuo capo, ma a delegare la narrazione di quello che sei a qualcuno che non è te, alla fine quello che ti resta in mano è sempre una roba fatta a metà.”

Ma la domanda, provocatoria, resta: siamo poi così sicuri che le persone, in generale, usino effettivamente i prodotti dell’azienda per cui lavorano? E il prodotto, funziona veramente…?

28 luglio 2010 at 11:00 1 commento

Internet For Peace Manifesto: il Nobel alla Rete


Ci siamo finalmente resi conto che Internet è molto più di una rete di computer. E’ un ragnatela infinita di persone. Uomini e donne da ogni angolo del globo si connettono quotidianamente l’uno all’altro grazie alla più grande interfaccia sociale mai conosciuta dall’umanità. La cultura digitale ha posto le basi per un nuovo tipo di società. E questa società sta promuovendo dialogo, dibattito e consenso attraverso la comunicazione. Poiché la democrazia è sempre fiorita dove c’è apertura, accettazione, discussione e partecipazione. E il contatto con gli altri è sempre stato l’antidoto più efficace contro l’odio e il conflitto. Ecco perché Internet è uno strumento di pace. Ecco perché tutti quelli che usano la Rete possono spargere il seme della non-violenza. Ed ecco perché il prossimo Premio Nobel per la Pace dovrebbe andare alla Rete. Un Nobel per ognuno di noi. (Traduzione di Stefano Cucchi)

INTERNET FOR PEACE MANIFESTO

We have finally realized that the Internet is much more than a network of computers. It is an endless web of people. Men and women from every corner of the globe are connecting to one another, thanks to the biggest social interface ever known to humanity. Digital culture has laid the foundations for a new kind of society. And this society is advancing dialogue, debate and consensus through communication. Because democracy has always flourished where there is openness, acceptance, discussion and participation. And contact with others has always been the most effective antidote against hatred and conflict. That’s why the Internet is a tool for peace. That’s why anyone who uses it can sow the seeds of non-violence. And that’s why the next Nobel Peace Prize should go to the Net. A Nobel for each and every one of us.

8 luglio 2010 at 16:45 2 commenti

I Google Technology User Groups al lavoro per semplificare la vita virtuale


Il prossimo incontro a Catania, dove nasce la terza community italiana

Sono sviluppatori appassionati di Google e utilizzatori delle tecnologie open source messe a diposizione dal colosso californiano. Si riuniscono in tutto il mondo e sono i membri del GTUG, i Google Technology Users Group. In Italia i gruppi ufficiali hanno sede a Firenze, Palermo e Catania. Proprio qui, la nuova community si riunirà per il secondo incontro, dopo il successo della prima edizione.

(altro…)

24 giugno 2010 at 22:59 1 commento

Nasce il nuovo social network di Comunicazione Italiana


Lanciato il 14 giugno, alla vigilia del Forum della Comunicazione di Roma, il nuovo social di Comunicazione Italiana è l’ultima creazione di Fabrizio Cataldi, molto soddisfatto del risultato ottenuto “dopo un anno di duro lavoro”. Il network è raggiungibile direttamente dal sito di Comunicazione Italiana alla voce “Entra nel network”, sotto la quale spiccano le foto degli utenti più attivi, cliccando sulle quali si accede al loro profilo e alle notizie correlate.

La domanda che nasce spontanea è quella posta dalla rivista Wired, che ha intervistato Fabrizio Cataldi: Ma serviva un nuovo social network? “Comunicazione Italiana – risponde Cataldi – si integra con gli altri social, ma ha una funzione diversa. (…) non siamo in competizione. In sostanza, su Linkedin sono i professionisti a promuovere la loro reputation, Comunicazione Italiana invece serve alle aziende, e fa conoscere meglio i contenuti che apportano i professionisti nelle aziende.”

Le novità rispetto ai social network più conosciuti non stanno tanto negli aspetti tecnologici quanto nelle funzioni. E’ presente una sofisticata pagina eventi che consente anche la segmentazione grafica degli iscritti in base alle rispettive aree di business. Un’altra funzione è la possibilità di selezionare da che tipologia di professionisti accettare i contatti.

La diffusione dell’iniziativa avverrà come era facile aspettarselo, in perfetto stile social, contando sul passaparola degli utenti attraverso il proprio network relazionale. Ma c’è di più: Comunicazione Italiana ha anche previsto un sistema premiante. Porta nel network 36 nuovi iscritti e avrai in omaggio un credito equivalente ad un volume della collana Atlanti. Una nuova forma di “social-network-marketing”?

18 giugno 2010 at 12:03 5 commenti

Articoli meno recenti Articoli più recenti


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: