Errori di Social Media Marketing (4): Urlare = Ottenere attenzione

29 aprile 2014 at 12:13 1 commento

errori social media marketing ottenere attenzione urlare

È vero, in molti Social Media può essere difficile ottenere l’attenzione delle persone. Se posti un aggiornamento del profilo Facebook, molto presto (se non subito) si perderà nell’enorme massa di aggiornamenti che intasano il newsfeed. La stessa cosa accade per Twitter e LinkedIn, nei Gruppi, in particolare.

Qual è allora la soluzione per stimolare l’interesse e attirare l’attenzione? Mettersi a urlare? Ci sono diversi modi di gridare sui Social Media. Il più classico, fin dagli inizi di Internet, è scrivere in TUTTO MAIUSCOLO. La tecnica adottata dai meno esperti sui social network è quella di condividere e ricondividere ripetutamente e fino allo sfinimento un certo contenuto. Se andate sulle loro pagine troverete lo storico delle loro condivisioni e vi renderete conto di come siano fortunati ad avere ancora degli amici, fan o follower. Se non li hanno già abbandonati è un miracolo.

Questo non significa che un contenuto non possa essere condiviso più volte nel corso del tempo. L’importante è che la condivisione abbia lo scopo di fornire un’utilità al maggior numero possibile di persone. Alcuni magari si sono persi l’aggiornamento perché non passavano da Twitter o Facebook nell’istante preciso in cui abbiamo effettuato la condivisione e poter ritrovare il contenuto in un momento successivo li renderà sicuramente felici e soddisfatti.

Se ci poniamo l’obiettivo di essere utili, coerenti e consistenti e puntiamo alla creazione di contenuti di alta qualità prima o poi le persone se ne accorgeranno. Cominceranno a seguirci, a partecipare ai nostri contenuti e a condividerli. Otterremo così l’attenzione desiderata in maniera naturale e spontanea.


Post della serie “Errori di Social Media Marketing”. Fonte: Jeff Bullas

Entry filed under: Comunicazione digitale, Facebook, Internet, LinkedIn, Marketing digitale, Social Media, Twitter. Tags: , , , , , .

Errori di Social Media Marketing (3): Lanciare un blog = Essere ascoltati Perché un contenuto diventa virale

1 commento Add your own

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: