Edutainment, storytelling, crowdsourcing e carta 2.0

17 febbraio 2011 at 11:20 Lascia un commento

Al Forum Digitale anche un pezzo di carta diventa social

Il biglietto di carta 2.0

Oggi mi sento storyteller: vi racconto una storia. Autentica e fresca, vissuta ieri al Forum della Comunicazione Digitale. Ero seduto a fianco di una dolce fanciulla. Ci siamo conosciuti ma eravamo a terra… Cosa avete capito, non in senso morale, in senso fisico! Sì, perché che nella saletta in cui si trattava il tema dell’edutainment e dello storytelling con Jader Giraldi, AD di Zeranta, non c’era più posto neanche in piedi.

Eravamo tutti incastrati come pezzi di un puzzle (cito letteralmente il mio vicino di sit-in di cui non conosco il nome), mentre nella sala principale, dove troneggiavano sul palco gli altisonanti nomi di manager istituzionali, lo spazio libero abbondava.

Ma torniamo alla fanciulla… Facciamo due parole a commento degli interventi del panel in un’atmosfera veramente ludica (seduti sulla moquette sembrava di tornare un po’ bambini, mancavano solo i Lego) e poi ci spostiamo in un’altra area dedicata ad un argomento che interessava molto ad entrambi: il crowdsourcing. Nel tragitto mi racconta che è una social media specialist e lavora per un’agenzia di comunicazione. La cosa si fa interessante.

Appena arriviamo alla nuova sala troviamo subito due magnifici posti a sedere su delle splendide Kartell di plastica trasparente. Ci accomodiamo e siamo immediatamente coinvolti dalle parole del CEO di BootB Pier Ludovico Bancale, che ci affascina con le sue case history di creatività in crowdsourcing.

Seguono le testimonianze di Barilla con “Il Mulino che vorrei e del gruppo Banzai con Saperlo.it, ci lasciamo prendere dall’argomento e ad un certo punto lei mi fa: “Ciao, è stato un piacere, io devo andare”. Come? Siamo digitali, facciamo networking dentro e fuori la rete, non può finire così. “Come ti ritrovo?”. Lei si scusa di non avere un biglietto da visita ma in fondo a che serve? Ritrovarla è facilissimo, basta sapere nome e cognome (il nickname è ormai bandito dalla cultura dei social media, in cui ci si mette in gioco con tanto di faccia e identità reale). Lei prende un blocco per appunti, ne strappa un lembo e ci scrive sopra (vedi foto). Gesto più che sufficiente per poterla ritrovare sui più popolari social network.

Si allontana velocemente e col biglietto in mano la cerco subito su Facebook utilizzando il mio smartphone. Le chiedo l’amicizia,  fotografo il biglietto per pubblicarlo su questo post e lo rimetto in tasca in vista del prossimo “vuota il cestino”. Il gioco è fatto. La carta non serve più, ormai siamo collegati*.

Chi l’ha detto che la carta è finita? Ha solo cambiato uso. Come da tradizione, serve ancora a non dimenticare. Ma per andare online il più in fretta possibile, collegarsi in modalità social e superare il problema del “dove ho messo il biglietto da visita?”.

Se carta dev’essere, carta sia. Purché rigorosamente 2.0.

“Verba volant, social manet” Stefano Cucchi

 

*aggiornamento di stamattina: via Facebook mi ha autorizzato a pubblicare la foto del biglietto

Entry filed under: Comunicazione digitale, Eventi, Internet, Marketing digitale, Mobile, Personaggi, Presentazioni, Social Media, Tecnologia. Tags: .

Papa, Chiesa, Internet e confessioni con iPhone Brand Web Reputation al #forumdigitale

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: