Quanto è felice il mondo? La rete lo sa.

6 agosto 2009 at 18:43 Lascia un commento

Tempo fa vi avevo parlato di Buzzmetrics, un sistema ideato da Nielsen Online per misurare i “rumors” della rete sugli argomenti più disparati, una sensazionale innovazione tecnologia per sapere “cosa si dice di” e avere il polso dei mercati e conoscere i gusti e i desideri dei consumatori.

Bene, oggi la rete è anche in grado di misurare gli umori del  mondo, almeno dei netizen, i cittadini della rete, quelli che sul web esprimono le proprie emozioni, scrivendo, postando, commentando, inserendo emoticons.

Ho trovato questo interessantissimo articolo su SkyTg24 che vi lascio come augurio di buone vacanze. Perché possano aumentare il vostro livello di felicità, anche se magari nessuno lo saprà mai, in rete. Beh, forse i vostri amici su Facebook. Loro almeno sì.

We Feel Fine è un progetto che dal 2005 monitora lo stato emotivo della rete in tempo reale. Un gruppo di ricercatori statunitensi l’ha utilizzato per monitorare il grado di felicità nel mondo. E ha scoperto che…

Il giorno più felice degli ultimi quattro anni? E’ stato il 4 novembre 2008 (Barack Obama eletto alla Casa Bianca). E quello più triste? Lo scorso 25 giugno, quando è scomparso Michael Jackson. Lo rivela uno studio dell’Università del Vermont che, grazie ad un sofisticato metodo di analisi linguistica, ha esaminato l’immenso flusso di emozioni che scorre online, tra blog, account Twitter e Flickr.

Lo studio è stato pubblicato sull’ultimo numero del Journal of Happiness Studies e mette in luce come i periodi di Natale e San Valentino spesso coincidano con un maggior senso di benessere globale, sebbene negli ultimi anni vengono sempre più associati a sensi di colpa per gli sprechi (il primo) e solitudine (il secondo). Allo stesso tempo emerge anche un dato generazionale in controtendenza: rispetto al passato, la fascia d’età che esprime maggiore tristezza e sentimenti negativi oggi è quella degli adolescenti.

L’ARCHIVIO DELLA FELICITA’ ONLINE – Per elaborare questi dati, i ricercatori si sono serviti di We Feel Fine , progetto lanciato nel 2005 dal duo di informatici/artisti Jonathan Harris e Sep Kamvar. Lo scopo? Provare a raccogliere in maniera sistematica tutte le emozioni che ogni giorno gli utenti riversano in rete. Una sorta di termometro in tempo reale della felicità globale. Si è partiti con i blog, per poi aggiungere altri servizi che oggi hanno preso il posto dei vecchi diari personali: oggi il database raccoglie circa 12 milioni di sentimenti. Curatissimo nella grafica e nell’interfaccia, il sito è accessibile a qualsiasi utente (qui una guida all’uso). Basta lanciare il programma per poter giocare con diversi di metodi di visualizzazione (spettacolare il movimento “madness” in cui ogni contenuto si muove come una molecola) e variabili (sesso, età, data, situazione meteoreologica, località – c’è anche l’Italia ma per ovvi motivi linguistici i contenuti sono pochi).

Tratto da StyTG24

Entry filed under: Comunicazione digitale, Internet, Marketing digitale, Social Media, Tecnologia. Tags: , , , , , .

Pollice verso per gli ammiccamenti porno su Facebook! Un caldo autunno digitale, tra minacce e nuove opportunità

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: