Addio biglietto da visita, adesso c’è Poken

21 luglio 2009 at 09:13 3 commenti

“Non siamo un altro social network. Ce l’avete già. Ma abbiamo di più, per consentirvi istantaneamente di colmare la distanza tra le persone che incontrate nel mondo reale e quelle con cui siete connessi online”. E’ così che si presenta Poken , un’originale idea di una società svizzera che consente di avere un oggetto fisico in grado di connettersi con chiunque altro ne possegga uno simile, in modo da scambiare i dati “social” e fare amicizia offline.



Quando ci si incontra ci si dà la mano? Anche i Poken lo fanno, solo che le manine hanno anche una chiave USB. Ma vediamo come funziona. Ce lo spiega Groundswell sul suo blog (traduco liberamente dall’inglese).

Il Poken ha due parti. Una è un piccolo contenitore in plastica che puoi scegliere con la figura che meglio rappresenta la tua identità – il mio è una piccola tigre. L’altra parte è la manina, dotata di una chiave USB. Se connetti il Poken al computer, si attiva un collegamento al sito Poken e puoi inserire tutti gli ID dei social network che vuoi condividere (Twitter, Facebook ecc.). Poi lo porti con te. Quando incontri qualcuno con cui vuoi diventare amico, avvicinate le manine, e appena entrano in contatto i vostri Poken si scambiano le informazioni degli ID e una lucina si accende per dirvi che ha funzionato. Quando torni a casa colleghi il Poken al computer e puoi vedere le informazioni del tuo nuovo amico. E’ come scambiarsi i biglietti da visita, solo più velocemente e con più informazioni.

Ad oggi sembra che questo sistema venga utilizzato da persone in tutto il mondo come una sorta di segno di appartenenza ad un club esclusivo. Ovviamente, osserva l’autore del post, perché funzioni veramente tutti quelli che hanno qualche ID social dovrebbero possederne uno. E soprattutto esporlo, portarlo addosso in maniera visibile. Magari, c’è anche spazio per qualche versione lusso come quella ipotetica di Bulgari, tempestata di diamanti!

Per acquistare un Poke: http://pokenzoo.com/store
Per ulteriori info leggi tutto il post (in inglese) What we can learn from Poken

(Il post originale in inglese è stato segnalato dal Funky Professor Marco Zamperini su Facebook)

Entry filed under: Comunicazione digitale, Eventi, Internet, Marketing digitale, Personaggi, Social Media, Tecnologia. Tags: , , , .

Udite, udite! Piquadro è ufficialmente su Facebook! (4) Venice Session: Mario Calabresi e il post giornalismo.

3 commenti Add your own

  • 1. antgri  |  21 luglio 2009 alle 12:32

    Davvero molto carino!

    Dovrebbe diminuire il gap tra mondo reale e mondo virtuale.
    Il “Social” si avvicina alla realtà, o la realtà al “Social”

    bel prodotto😉

    Rispondi
  • 2. Martino  |  21 luglio 2009 alle 12:37

    Non c’è pericolo che così ci si scambi anche informazioni private?!?!tipo pasword ecc?

    Rispondi
  • 3. comunicazionedigitale  |  21 luglio 2009 alle 13:48

    In tema di sicurezza, sul gruppo Facebook Do You Poken? http://www.facebook.com/group.php?gid=32131856122 è stata postata una risposta relativamente al topic Poken Security http://www.facebook.com/topic.php?uid=32131856122&topic=7455 che ti traduco:

    “Il vostro poken non memorizza nessuna informazione personale, è pokenando (neologismo dal verbo “to poken”), non si scambia nulla più della propria ID Poken. Sebbene dal punto di vista teorico sia possibile modificare un Poken per comportamenti diversi, non penso al momento ci siano in giro virus per Poken.”

    L’utente olandese Nils Vogels che ha dato la risposta fa poi riferimento ad una pagina di FAQ del sito ufficiale doyoupoken.com dove è spiegato esattamente cosa accade quando si poka (o si pòkena). Ecco il link http://www.doyoupoken.com/PokenWeb/corporate/faq.jsf

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: