Social Media Marketing: aprirsi al dialogo con il mercato

24 aprile 2009 at 15:31 4 commenti

I mercati sono conversazioni

Così recita il primo punto del famoso “ClueTrain Manifesto” (qui la versione IT) la raccolta delle 95 tesi di luteriana memoria che nel 1999 esaminava l’impatto di internet nel relazioni tra aziende e consumatori. Pensandoci bene, però, da che mondo è mondo il rapporto commerciale è basato essenzialmente sulla relazione. In cosa consiste allora la novità?

Con l’avvento dell’era industriale e con la creazione di organizzazioni strutturate come le imprese moderne, l’antico rapporto “mercante/acquirente” si è man mano affievolito, rimanendo appannaggio del singolo venditore, l’uomo che ha il contatto diretto col cliente o con l’utente finale.

I settori marketing delle aziende di medie e grosse dimensioni, e ancor più i loro vertici, sono diventati col passare degli anni sempre più lontani e avulsi da questa relazione diretta, arrivando a non sapere più che cosa il cliente pensa della loro azienda o del loro prodotto, quali sono le sue reali esigenze, quali idee ha in mente, quali prodotti vorrebbe acquistare e non esistono ancora, come vorrebbe che fosse l’azienda della quale acquista i prodotti, o ancora quali sono le ragioni per cui non pensa di acquistarli.

La rivoluzione

Internet ha cambiato tutto questo. La Rete ha rivoluzionato completamente il modo di comunicare degli esseri umani, eliminando i limiti spazio-temporali e arrivando a diventare negli anni il più grande luogo di conversazioni al mondo. Conversazioni di cui non si perde traccia, consultabili e continuabili da chiunque in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

Il web non è, come credono alcuni, un canale o un media. E’ un luogo in cui abbondano discussioni sui temi più diversi e anche su prodotti, marche, aziende. Finita l’era del cosiddetto Web 1.0, in cui i contenuti erano generati dalle aziende con una comunicazione monodirezionale dall’alto verso il basso, il Web 2.0 ha visto un cambiamento radicale del mondo di generare e gestire le informazioni.

Web 1 was e-commerce, Web 2 is people

Oggi sono le persone, i “cittadini della Rete” a produrre contenuti, dal basso, e le aziende sono confrontate ad un nuovo modo di comunicare. Il marketing sul web è oggi molto più ascolto che campagna e un’azienda deve essere pronta a produrre contenuti su se stessa in modo rapido e flessibile, a renderli fruibili, aperti, a chiedere un feedback. Deve essere pronta a modificarli o a lasciarli modificare, a farli viaggiare su Internet. Ma soprattutto deve essere propensa a gestire le relazioni con i soggetti interessati.

Tutto questo è possibile grazie ai Social Media e agli strumenti di social networking. Facebook, Myspace, Likedin, Xing, Wikio, Twitter sono solo alcuni nomi del grande fenomeno che da alcuni anni ha cambiato la faccia della Rete. Oggi non si discute quasi più nelle piazze di paese, si discute nelle nuove piazze virtuali. Nei blog, forum, social network, diverse tipologie di siti e portali web che hanno in comune un’unica cosa: la possibilità di discutere e scambiarsi opinioni in piena libertà.

Io googlo. E tu, googli?

Nell’era del Nuovo Web nemmeno le multinazionali sfuggono ai commenti sui loro prodotti ed è diventata una consuetudine, per chiunque abbia una “vita digitale” attiva, googlare (ricercare su Google) alla ricerca informazioni su un prodotto prima di acquistarlo. Le pubblicità, i cataloghi delle aziende produttrici hanno ormai solo un valore relativo, perfino i loro siti internet. Le decisioni di acquisto avvengono solamente dopo aver verificato che di quel particolare prodotto gli utenti parlano bene in Rete e ne sono pienamente soddisfatti.

I mercati erano conversazioni, e lo sono di nuovo grazie al Web. Cosa aspettate allora ad inserirvi, a partecipare e (ancora meglio) a stimolare queste conversazioni? Ma prima di cominciare, ricordatevi di googlare il nome della vostra azienda per sapere cosa la gente dice di voi.

Entry filed under: Comunicazione digitale, Internet, Marketing digitale, Mobile, Social Media, Tecnologia. Tags: , , , , , , .

Comunicazione digitale, il corso di formazione Parliamo di Reputation Capital

4 commenti Add your own

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Privacy & Cookie Policy

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com avente sede e giurisdizione legale negli USA. Utilizzando questa piattaforma, gli autori e il lettore sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell'email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Hai la possibilità e la responsabilità di bloccare tutti i cookie che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser.

Partner

Feeds

Community

Add to Technorati Favorites Social Media Blogs - BlogCatalog Blog Directory

Categorie

Twitter Stefano Cucchi

Twitter Cristina Simone

Twitter Erika Verni

Twitter Elena Loro


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: